Reflusso gastroesofageo: la corretta alimentazione

gola 1645519231 - Reflusso gastroesofageo: la corretta alimentazione

Quando si soffre di reflusso gastroesofageo occorre necessariamente seguire un regime alimentare che deve essere salutare e leggero, proprio per evitare che la situazione possa essere tutt’altro che ottimale e che le potenziali complicanze possano essere una conseguenza che rende complicata la propria condizione di salute. Ecco qualche consiglio che permette di evitare che questa situazione possa essere tutt’altro che ottimale da dover fronteggiare e che potrebbe avere delle ripercussioni tutt’altro che positive.

Le caratteristiche della dieta per combattere il reflusso

Per combattere il reflusso gastroesofageo occorre necessariamente scegliere degli alimenti che possano essere facilmente digeriti, quindi che non comportino dei processi digestivi che possono essere particolarmente lunghi e complicati.

In questo caso occorre quindi puntare sugli alimenti integrali, come il pane e la pasta, nonché sulle verdure che agevolano la fase digestiva e che permettono di apportare un rimedio alla propria condizione di salute e ripristino il corretto funzionamento della flora intestinale. Seguendo questi primi consigli, quindi, si ha l’occasione di migliorare effettivamente la propria condizione digestiva.

I pasti: quanti devono essere e come

Un particolare dettaglio che deve contraddistinguere il proprio regime alimentare quando si soffre di questa patologia consiste semplicemente nell’effettuare almeno 4 pasti leggeri al giorno. Tale soluzione serve per evitare due conseguenze negative, di cui la prima consiste nell’avere i morsi della fame e quindi consentire all’organismo di effettuare una digestione ottimale e completamente priva di potenziali reflussi e altre situazioni similari.

La seconda motivazione che giustifica la scelta di consumare i pasti leggeri e ripetuti nel giorno consiste nell’evitare che uno di questi possa essere eccessivamente ricco e che, di conseguenza, lo stomaco possa avere delle difficoltà durante la fase digestiva e che, di conseguenza, si debbano affrontare delle potenziali conseguenze negative che hanno delle cattive ripercussioni a livello salutare. Ecco quindi che grazie a tutti questi semplici accorgimenti sarà possibile digerire con maggior rapidità e semplicità un pasto, facendo quindi in modo che il risultato possa essere sinonimo di un costante miglioramento della propria condizione di salute, dettaglio importante che non si deve assolutamente ignorare.

Quali alimenti sono consigliati per una buona dieta contro il reflusso

In questo caso occorre anche capire quali siano gli alimenti maggiormente indicati da assumere per un regime alimentare bilanciato. Tra di essi spiccano il latte e lo yogurt magro, possibilmente bianco, nonché la frutta e la verdura, che permettono di deputare completamente lo stomaco e quindi fare in modo che il successo che si andrà a ottenere possa essere toccato con mano con grande semplicità e non vi siano delle potenziali complicanze con le quali dover fare i conti.

Altro aspetto importante consiste nell’evitare di assumere cibi troppo freddi o caldi, quindi i pasti tolti dal frigo oppure quelli appena cotti devono essere rimossi in quanto hanno un cattivo impatto sulla propria condizione digestiva e rendere la medesima meno semplice del previsto. Inoltre i cibi grassi, eccessivamente ricchi di proteine e altri simili devono essere assolutamente evitati, poiché questi attivano dei processi digestivi che possono essere sinonimo di peggioramento della propria condizione di salute.

Un regime alimentare è caratterizzato dalla colazione e base di yogurt e fette biscottate senza marmellata, una mela come spuntino mattutino e carne cotta alla piastra per pranzo, con contorno di insalata. La sera un bicchiere di tè al limone tiepido con fette biscottate integrali rappresenta la scelta ideale che può essere adottata mentre la sera è consigliato tenersi leggeri, quindi un’insalata o un filetto di pesce condito con un filo d’olio d’oliva è il menù ideale che può essere preparato e consumato e che permette a tutti gli effetti di ottenere un netto miglioramento della propria condizione digestiva.