Cachi: benefici e controindicazioni

cachi 1644678755 - Cachi: benefici e controindicazioni

Il cachi è un frutto ovale di colore giallo dorato di origine est-asiatica. La sua polpa, oltre ad essere incredibilmente gustosa, è ricca di nutrienti e antiossidanti. Questo frutto cresce in Cina e può essere trovato in Giappone, in California e nella penisola coreana. Ma quali sono i suoi principali pro e contro? Andiamo a scoprirli nei prossimi paragrafi!

Benefici

Di seguito andremo a vedere quali sono i benefici che apporta questo frutto alla nostra salute.

Protegge la salute

La proprietà terapeutica delle foglie di cachi aiuta a gestire e a trattare il diabete, l’ipertensione e l’arteriosclerosi cerebrale. Inoltre, ha un impatto significativo sul sistema cardiovascolare grazie alle sue attività antidiabetiche, antibatteriche e antiossidative.

Fortifica il sistema immunitario

I cachi aiutano a migliorare il sistema immunitario fornendo vitamina C. Questo frutto ha un concentrato di vitamina C pari all’80%, in quanto stimolante del sistema immunitario e aumenta la produzione di globuli bianchi. Questi, sono la linea di difesa fondamentale per proteggere e combattere le infezioni fungine, microbiche e virali, così come i corpi estranei e le tossine.

Favorisce la digestione

Una singola fetta di cachi offre quasi il 20% di fibre al nostro corpo. Quest’ultime aiutano durante l’elaborazione del cibo, attiva il movimento peristaltico, aggiunge massa alle feci, stimola la secrezione di succhi gastrici/digestivi ed inoltre riduce problemi come stitichezza e diarrea. I cachi sono ricchi di fibre, proteggono il sistema gastrointestinale e precludono la possibilità di cancro colorettale con altri problemi di salute. Aiuta le persone a perdere peso riducendo il consumo di lipidi, che è una causa significativa dell’obesità. La stitichezza grave potrebbe causare il gonfiore dei vasi sanguigni e può portare alle emorroidi. Mangiare cachi regolarmente può salvarvi da questo genere di complicazioni.

Elimina le cellule tumorali

Il cachi contiene tonnellate di proprietà antitumorali e antiossidanti che potrebbero aiutare il corpo a prevenire le malattie, neutralizzare i radicali liberi e migliorare la salute in generale. I radicali liberi sono “sottoprodotti” nocivi che causano la mutazione delle cellule (cancerose e sane) e potrebbero deteriorare diversi organi del corpo.
L’aggiunta di cachi nella vostra dieta quotidiana può prevenire numerosi tipi di cancro.

Rallenta il processo di invecchiamento

Questo frutto è pieno di vitamine, come A, beta carotene, criptoxantina, luteina e licopene. Queste vitamine lavorano come antiossidanti nel corpo per bloccare i sintomi dell’invecchiamento prematuro (rughe, macchie, muscoli deboli, affaticamento, perdita della vista, morbo di Alzheimer, ect.).
I radicali liberi nel nostro corpo causano un invecchiamento prematuro e più rapido.
I fitonutrienti e gli antiossidanti aiutano a rimuoverli dal nostro corpo e a invertirne i principali segni.

Migliora la vista

Il cachi contiene zeaxantina, fondamentale per la salute degli occhi. Le sue proprietà antiossidanti aiutano a migliorare la vista, a ridurre la cecità notturna, la degenerazione maculare senile e la cataratta.
Le vitamine A, C e K del cachi contengono proprietà antiossidanti che aiutano a ridurre i danni causati dalle infezioni e dai raggi UV.

Migliora il metabolismo e la circolazione del sangue

Il rame e il complesso vitaminico B con tiamina, piridossina e acido folico come elementi vitali aiutano a creare nuovi RBC e ad eseguire funzioni metaboliche con metodi enzimatici nel corpo. Una migliore circolazione del sangue porta ad alti livelli di energia, a un rapido recupero delle ferite, a una migliore digestione e a una rapida crescita cellulare.

Effetti collaterali

Come in tutte le cose, anche il cachi ha il suo “dark side”. Cosa succede se si esagera nel consumo? Non vi sono controindicazioni esorbitanti da consumo di cachi, purchè non vi facciate prendere troppo la mano. Se mangiato in quantità smisurate, allora, può implicare picchi glicemici, diarrea, malattie infiammatorie intestinali e della mucosa gastrica. Infine, vi sconsigliamo di mangiarlo di sera, in quanto gli zuccheri presenti si depositeranno nel corpo fino a trasformarsi in grasso. Quindi, è più salutare consumarlo durante il giorno o a colazione.